06 Giugno 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

Quattro schiaffoni al Dorotea Sofia, ma per la Bagnolese anche una massiccia dose di attenuanti

18-11-2019 12:10 - News Generiche
Stupendo ma purtroppo inutile ai fini del risultato il gol in rovesciata siglato da Riccardo Zampino

Trasferta da dimenticare in fretta per la Bagnolese, che busca un poker nella tana del Colorno dell'ex Bonacini (4-1). Punteggio molto pesante e che fa veramente male per i rossoblù, al cospetto della seconda della classe. Rispetto alla passata annata in Coppa Italia, questa volta lo spostamento della partita sul sintetico Dorotea Sofia non porta bene ai ragazzi di Claudio Gallicchio. Seconda sconfitta di fila per una Bagnolese che appare non ancora del tutto pronta e nelle condizioni per tenere il passo delle corazzate del torneo, ma pur con parecchie attenuanti che avrebbero potuto determinare un esito ben diverso. Alle soglie dell'intervallo De Souza ha fallito il calcio di rigore che poteva valere il pareggio, negato poi anche successivamente ai rossoblù sul clamoroso tentativo di Faye. Nel finale gli uomini di Claudio Gallicchio si erano poi rimessi in gara con l'eurogol da cineteca di Zampino, ma è bastato un giro di lancetta per vanificare tutto subendo l'immediato tris.

Bagnolese con paio di assenti, lo squalificato Oliomarini e l'infortunato Vernia. Per arrivare a venti nel referto rossoblù, ecco Aimi della Juniores. Per Claudio Gallicchio è 4-3-1-2: in difesa coppia centrale Cocconi-Farina, in regia Covili con De Souza ed innescare Formato e Zampino. Quasi al quarto d'ora brivido Bagnolese, ma Auregli è attento e reattivo nell'alzare a mani aperte sopra la traversa l'imperiosa inzuccata di Bonacini su schema da angolo tra l'ex granata Arati e l'ex Virtus Castelfranco Raggi. Rispondono i rossoblù al 17', ma il tiro di De Souza appena fuori area sfiora non di molto il bersaglio. A metà frazione i ragazzi di Claudio Gallicchio vanno sotto, con cross basso di Raggi e girata su infilata centrale e da sottomisura di Traore in più che sospetto fuorigioco. Nel recupero del primo tempo l'opportunità per rimetterla in equilibrio, quando la Bagnolese ottiene un penalty col lancio di Zampino per la fuga di Formato che crolla a terra nell'incrocio con il neo-entrato Diaw. Nulla però da fare per i rossoblù, dato che De Souza sceglie una soluzione non molto forte e piuttosto centrale che esalta Giaroli nella respinta. Insistono però gli uomini di Claudio Gallicchio, in apertura di ripresa conclusione un pò sporca ma piuttosto velenosa di Faye con prodigio in corner di Giaroli. Nella Bagnolese entra Tzvetkov per Viani, che si schiera in attacco con Zampino più arretrato sulla linea dei centrocampisti. Rossoblù avanti al 18', assist in profondità di De Souza per Formato stoppato dall'uscita di Giaroli. Doppio svantaggio per i ragazzi di Claudio Gallicchio al 21', quando la chirurgica punizione di Lari va a spiovere imprendibile nell'angolino basso. Entra anche Viani che va a fare il trequartista, in una Bagnolese che sposta Zampino alle spalle di Formato e di Tzvetkov. Riaprono tutto i rossoblù, con la rovesciata strappa-applausi di Zampino su imbeccata di Viani (quarto centro stagionale). Ma è solo un'illusione, un giro di lancetta e gli uomini di Claudio Gallicchio sono già di nuovo infilzati dal bolide di destro del neo-entrato ed ex Roma Barusso. In pratica è calato il sipario per la Bagnolese, ma poco dopo Capiluppi atterra in area Carlucci. Il divario si fa pesantissimo per i rossoblù, con Auregli spiazzato dagli undici metri da Selpa. Nel recupero il Colorno fa entrare Terranova, che giocò da esterno lo scorso torneo Cavazzoli con la Juniores guidata allora proprio da Claudio Galliccho in tandem con Vittorio Rosato.

Per la seconda volta in stagione la Bagnolese si arrende al Colorno, dopo il ko di fine Agosto che ne sancì la prematura eliminazione nel primo turno della Coppa Italia. Dopo due gare senza reti segnate, i rossoblù ritrovano ma inutilmente la via del gol. Le reali conseguenze della sconfitta in termini di classifica si capiranno solamente dopo i recuperi delle altre partite, per ora i ragazzi di Claudio Gallicchio sono stati scavalcati anche dalla Virtus Castelfranco salita al terzo posto. Al termine di una settimana piuttosto complicata sotto l'aspetto degli allenamenti per via del maltempo, alla Bagnolese non ha certamente giovato il fatto di trovarsi di fronte un Colorno che si allena di pomeriggio. Pur se reduce dalla recente eliminazione al secondo turno della Coppa Italia, i rossoblù hanno ceduto ad una compagine come quella parmense che in campionato è ora in serie utile da ben otto turni e che nelle ultime tre vittorie consecutive non aveva neppure preso gol. Con la precedente sconfitta rimediata in Coppa Italia c'è pure un'assonanza, dato che anche allora gli uomini di Claudio Gallicchio fallirono un rigore ma con Zampino ipnotizzato da Corradi. Per la Bagnolese è tra l'altro prima sconfitta esterna del torneo, in trasferta l'unico ko era stato quello di Coppa Italia nell'esordio stagionale in quel di Rolo. Per la seconda annata di fila i rossoblù perdono fuori casa contro il Colorno, iniziando ad invertire una tradizione che contro questo avversario era sempre stata storicamente favorevole. I ragazzi di Claudio Gallicchio hanno così regalato un compleanno amaro al patron Isacco Manfredini, che proprio venerdì aveva compiuto gli anni (auguri!!!).

(Luca Cavazzoni)




Fonte: Luca Cavazzoni

foto gallery

le squadre


Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account