18 Giugno 2019
G.S. BAGNOLESE ASD


news
percorso: Home > news > News Generiche

Semifinale fatale, la Bagnolese si ferma ad un passo dalla finalissima del torneo Cavazzoli

08-06-2019 10:25 - News Generiche
La rete di Alberto Marchini aveva fatto accarezzare il sogno della finale alla Bagnolese

Svanisce in semifinale il sogno della Bagnolese, che viene eliminata dal torneo Cavazzoli. L'uscita di scena si è consumata all'ex Sporting di via Campioli mercoledì sera, con i rossoblù costretti alla resa davanti al Bibbiano San Polo (2-1). Andare in vantaggio non è bastato ai ragazzi di Claudio Gallicchio e di Vittorio Rosato, che poi hanno patito la tremenda remuntada dei campioni in carica. Bagnolese costretta quindi a fare le valigie, quando mancava solamente un altro passo per guadagnarsi la possibilità di andare a giocare per il titolo nel tardo pomeriggio di oggi al Mirabello in città. Con il record dei ben undici titoli in bacheca, i rossoblù hanno ceduto alla distanza pagando il ravvicinato sforzo di lunedì sera dove hanno confezionato l'impresa ai calci di rigore contro la Reggio Audace. Oltre che sul piano fisico ed atletico, l'undici di Claudio Gallicchio e di Vittorio Rosato è stato penalizzato anche dagli infortuni (Signoriello in panchina solo per fare numero, Martino in campo non al meglio per un risentimento muscolare e Raed Emam che ha abbandonato poco prima della mezzora della ripresa per un problema ad una spalla).

La Bagnolese ripresenta Terranova, esterno che proviene dal Rolo. Ancora assente il lungodegente Andrea Iotti, nessun rossoblù va a referto come dodicesimo. Per il tandem Gallicchio-Rosato è 4-3-2-1 in stile albero di Natale: in difesa coppia centrale Riccardo Capiluppi-Cocconi, in regia Terranova, come suggeritori Marani e Shashviashvili, riferimento offensivo Doria. Che non sarà una serata semplice la Bagnolese lo intuisce fin dalle prime battute, messa a dura prova dal pressing e dal ritmo alto di un Bibbiano San Polo trascinato anche da un gruppetto di giovani ultras muniti di bandiera, tamburi e fumogeni. Al quarto d'ora primo brivido, ma rossoblù graziata da Cilloni che fa tutto bene su iniziativa personale ma poi calcia alto. I ragazzi di Claudio Gallicchio e di Vittorio Rosato rischiano grosso poco più tardi, quando un rinvio di Martignoni colpisce Neri con sfera che schizza non lontano dal palo. Fino alla mezzora la Bagnolese fa un pò fatica ad organizzarsi, concedendo una discesa a Cilloni che poi spreca. I rossoblù riescono finalmente a reagire, creando una ghiotta opportunità che però Martino non concretizza facendosi anticipare dall'uscita di Spaggiari. La ripresa serve l'immediato vantaggio dell'undici di Claudio Gallicchio e di Vittorio Rosato, che si confermano solidi nonostante le difficoltà e molto bravi a colpire negli spazi stretti. Bella azione palla a terra da parte della Bagnolese, ricamata poi dalla girata vincente di Marchini (primo gol nel torneo). La gioia rossoblù dura ben poco, quasi subito raggiunti dal diagonale ad incrociare di Colombini. I ragazzi di Claudio Gallicchio e di Vittorio Rosato provano a stringere i denti, la situazione si complica quando a Raed Emam esce una spalla (puntuale l'intervento del dottor Manzotti, poi a fine serata trasportato in ambulanza al pronto soccorso del Santa Maria Nuova di Reggio Emilia). Bagnolese alcuni minuti con un uomo in meno, episodio che sarà fatale per ritrovarsi in svantaggio ad opera di Ametta. Il finale è da cuore in mano per i rossoblù, che sfoderano volontà e forza della disperazione. Nell'undici di Claudio Gallicchio e di Vittorio Rosato si prova ad irrobustire il reparto offensivo per cercare il tutto per tutto, ma anche l'ingresso di Yara e lo spostamento di Cocconi a fare il centravanti non basteranno per evitare il ko dell'eliminazione.

Prima ma decisiva sconfitta nella kermesse per la Bagnolese, che ha sempre affrontato compagini reggiane. Dopo due edizioni di fila con altrettante eliminazioni ai quarti di finale, questa volta i rossoblù si arrendono una partita più tardi. Resta più di un rammarico ai ragazzi di Claudio Gallicchio e di Vittorio Rosato, che comunque hanno dato tutto come impegno ed abnegazione al cospetto di un Bibbiano San Polo la cui impressione è che abbia meritato di andarsi ora a difendere il titolo nell'ultimo atto del Mirabello nella ripetizione della scorsa finale sempre contro la Folgore Rubiera.

Bibbiano San Polo-Bagnolese 2-1. Bibbiano San Polo: Spaggiari, Fema, Renzi, Trombi, Fioroni, Borghi, Barry (35' st Bellocchi), Colombini, Neri, Ametta, Cilloni. A disposizione: Vescovini, Grasselli, Venturi, Guidelli, Truzzi, Chierici. Allenatore: Del Rio. Bagnolese: Martignoni, Raed Emam (32' st Yara), Marchini, Hardy Nana, Riccardo Capiluppi, Cocconi, Martino (7' st Salerno e dal 32' st Raffaele Capiluppi), Marani, Doria, Terranova, Shashviashvili. A disposizione: Simonazzi, Francesco Iotti, Benatti, Beqiraj, Signoriello. Allenatore: Gallicchio-Rosato. Arbitro: Mozzillo (Rigonato - Rapiti). Reti: 4' st Marchini, 10' st Colombini, 30' st Ametta. Note: Ammoniti Colombini, Ametta e Cilloni del Bibbiano San Polo, Terranova della Bagnolese. Angoli due a due. Recuperi 3' pt e 3' st. Terreno in buone condizioni, serata calda, 300 spettatori circa. Presente l'ex allenatore della Reggiana Andrea "Teddy" Tedeschi.

(Luca Cavazzoni)




Fonte: Luca Cavazzoni

foto gallery

le squadre


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]