22 Ottobre 2019
G.S. BAGNOLESE ASD


news
percorso: Home > news > News Generiche

Un altro pareggio per la Bagnolese, ma anche quello contro la Folgore Rubiera San Fao va decisamente stretto

30-09-2019 08:23 - News Generiche
Dopo la prodezza contro la Virtus Castelfranco, ecco che Cristian Tzvetkov si è ripetuto già nel derby con la Folgore Rubiera San Fao

Terzo pareggio di fila per la Bagnolese, che dopo la Virtus Castelfranco fa scendere dal trono anche la Folgore Rubiera San Fao degli ex Tognetti, Sekyere, Greco, Silipo e Iotti (1-1). Ma il punto del Fratelli Campari non rende del tutto giustizia ai rossoblù, che nel contesto del derby sono stati superiori per mole di gioco ed occasioni create. I ragazzi di Claudio Gallicchio sono in costante crescita e miglioramento, i rammarichi sono di non raccogliere e di non capitalizzare quanto viene realmente espresso sul campo.

Un tris di assenti per la Bagnolese, senza l'ex Mhadhbi squalificato e gli infortunati Ashitey Fidel e Calabretti. Per arrivare a venti nel referto rossoblù, ecco Aimi e Scutifero dalla Juniores. Per Claudio Gallicchio è 4-3-3: in difesa coppia centrale Cocconi-Oliomarini, in regia Covili, tridente Tvetkov-Formato-Zampino. Pronti via, è già occasionissima Bagnolese. Punizione ben calibrata di Vernia che spiove al limite dell'area piccola, inserimento e destro al volo di Farina che però spara alto sopra la traversa strozzando l'urlo in gola ai rossoblù (10'). Due giri di lancetta, vantaggio degli uomini di Claudio Gallicchio. Altra punizione di Vernia questa volta indirizzata verso il secondo palo, il più lesto di tutti è Tzvetkov che sfrutta anche un'uscita non impeccabile del baby Cavallini che indossa un caschetto alla Cech e porta sopra la Bagnolese (secondo gol stagionale per lui, tra l'altro consecutivo). Dura pochissimo la gioia rossoblù, trafitti a metà frazione dal missile terra-aria ed imprendibile del baby ex Modena Lugli dai venticinque metri dopo l'allontanamento di un precedente piazzato dell'ex Scandianese Rizzuto. Scavalcata la mezzora sfortunati i ragazzi di Claudio Gallicchio, con il lungo traversone di Zampino che Vernia raccoglie e poi in diagonale scaglia contro il palo. Ripresa non cambia il copione, è la Bagnolese che manovra e gioca per fare bottino pieno. Alle soglie del quarto d'ora combinazione rossoblù tra Tzvetkov e Formato che poi tenta di servire Zampino, ma il tentativo di sorprendere l'ex Piccardo Traversetolo Cavallini fallisce perchè fa sua la sfera. Poi dentro De Souza per l'uscita dal campo di Zampino, che già non la prende bene togliendosi nervosamente la fascia da capitano e poi scaraventa in terra all'indirizzo di Claudio Gallicchio la pettorina che il direttore sportivo Michele Vigliotta gli aveva appena recapitato. Da lì in poi più nulla col derby che si chiude a ritmi blandi, nei minuti finali ospiti con il neo-entrato Porrini ad agire da finto centravanti. Nervi tesi al triplice fischio arbitrale, con battibecchi polemici tra la parte bassa della tribuna ed il tunnel che accompagna l'uscita fuori dal campo. C'è un pò di tensione anche appena dopo nella zona degli spogliatoi, ma poi tutto rientra nella normalità.

Dopo il cambio di denominazione in Folgore Rubiera San Fao, questo derby è sfida inedita per la Bagnolese. I rossoblù meritavano il successo, al cospetto di un avversario che finora in trasferta aveva sempre vinto ed unica compagine reggiana ancora in corsa in Coppa Italia. Gli uomini di Claudio Gallicchio sono ancora a secco di successi interni, presenza numero cinquanta in prima squadra per Alberto Formato.

Nella sezione dedicata ai campionati, potete trovare il tabellino della partita, il quadro completo dei risultati e la classifica aggiornata.

(Luca Cavazzoni)



Fonte: Luca Cavazzoni

foto gallery

le squadre


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]